Testi per il tuo nuovo sito internet: 4 motivi per non riciclare la brochure

Apr 29, 2017 | Content marketing strategy | 0 commenti

È arrivato il momento di creare un sito internet per la propria attività o di rinnovare quello esistente, che presta fedele servizio ormai da un decennio e, oltre a essere demodé, non è supportato dagli smartphone.

La tentazione di riutilizzare gli stessi testi è forte o, eventualmente, di sfruttare quelli più recenti creati per l’ultima brochure: vi risparmierebbe di certo tempo e fatica! Tuttavia dal momento che avete deciso di investire in un rinnovamento, vale la pena portarlo fino in fondo. Se lo scopo di tanto lavoro e investimento di risorse è avere un ottimo risultato finale, dovete essere consapevoli che il cosidetto “sito-brochure” non risponderà a questo vostro proposito.

Qui di seguito vi spiegheremo perchè è meglio evitare il riutilizzo di testi che avete già scritto per altri propositi, ad esempio per una brochure, in favore di contenuti nuovi e originali, creati appositamente per il vostro nuovo sito.

Testi-brochure vs testi per sito internet: 4 differenze fondamentali

  • Per prima cosa, una brochure si legge in modo diverso da come si legge un sito web. Una brochure si legge in modo lineare, seguendo l’ordine delle pagine e delle righe, ma nel caso di un sito questo non è la norma: a una pagina web si può arrivare da innumerevoli accessi, tramite un link o una ricerca, pertanto la prima pagina a cui si approda non è necessariamente la homepage. Inoltre, la lettura può “saltare” da un punto all’altro (non a caso è detta “lettura esplorativa”) senza compromettere la comprensione globale.
  • Seconda cosa, se lo scopo di essere presenti con un sito sul web è essenzialmente trovare più clienti, per ottenere questo risultato non basta essere presenti, perché un sito è una piccola goccia d’acqua nell’oceano di informazioni che è il web. Per emergere tra i competitors e farsi trovare, bisogna attuare una strategia per ottenere una buona posizione nella SERP (Search Engine Results Page ossia la pagina che compare quando facciamo una ricerca su Google ad esempio) e uno dei punti fondamentali in questa scalata è avere un sito e dei testi ottimizzati dal punto di vista SEO. Nei testi del vostro sito dovranno essere presenti parole chiave che si ripetono con una certa frequenza, titoli studiati e piccoli accorgimenti di scrittura che invece non vanno utilizzati nella scrittura per la carta stampata. Per un progetto di costruzione di un sito internet è più efficace ripartire da zero, consultandosi con un copywriter professionale, con un’esperienza nella scrittura per il web.
  • Terza cosa, la brochure è immutabile: una volta stampata, non si può modificare. Al contrario, un sito web è dinamico e può essere modificato, aggiornato, incrementato infinite volte, in qualsiasi momento e, potenzialmente, da chiunque (non serve essere programmatori o esperti di informatica). Questa caratteristica offre molte possibilità di sfruttare al meglio lo strumento internet: basti pensare alla possibilità di tenere i propri clienti aggiornati su novità, promozioni o eventi con pochi click. Questo è indubbiamente un grande vantaggio della scrittura per il web, si può innovare e perfezionare continuamente, senza il bisogno di ricorrere alla stampa.
  • Infine, un sito è multimediale, cioè può includere contenuti interattivi e audiovisivi, mentre una brochure è limitata solo a testi e immagini. I testi del sito internet dovranno essere complementari a questi contenuti di natura differente. Per questo motivo i testi di un sito internet andranno pensati e creati sulla base di come verranno costruite e popolate le pagine web e non il contrario.

Quindi, se avete in programma un investimento per un nuovo sito, impiegate le vostre risorse di tempo e denaro nel modo giusto e con un obiettivo: migliorare il vostro business sotto ogni punto di vista. Trascurare certi aspetti nel processo di creazione del vostro sito potrebbe vanificare il vostro investimento o renderlo meno efficace. In particolare i testi sono il vostro biglietto da visita e si meritano un’attenzione specifica.

Con la collaborazione di Lara Sousa Oliveira

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This